sabato 17 settembre 2011

pietra del sole - sunstone

Non ha niente a che vedere con la famosa Piedra del Sol, il monolite azteco scolpito in un blocco di basalto e conservato a Città del Messico. Nè con l'eliolite, una varietà di oligoclasio traslucida, bruna o giallastra, contenente lamine di ematite color oro o rame che le conferiscono riflessi interni metallici. Talvolta la pietra del sole è confusa anche con l’adularia, ricca di lamine di ematite, o con la labradorite, ricca di lamine di goethite color rame. Molto usata in bigiotteria e nella realizzazione di piccole sculture, la pietra del sole o avventurina altro non è che una pasta vitrea, a cui sono aggiunti sali di rame che si ricristallizzano in forma di sottili lamine riflettenti color rame. Il metodo usato nella realizzazione di questa pietra artificiale è molto antico e risale alla tradizioni vetrarie di Murano. Si narra infatti che ”per avventura” un mastro vetraio mise, per caso appunto, dei sali o delle pagliuzze di rame nella fusione del suo vetro, ricavandone l'effetto che ancora oggi conosciamo.
La pietra del sole ha diverse colorazioni, dal verde, al rosso aranciato, al blu.

Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per avere visitato il blog e per avere lasciato un commento: la tua visita e la tua opinione sono gradite e preziose.
Ti risponderò subito via mail o sul blog. Se vuoi rimanere in contatto e ricevere tutti gli aggiornamenti, clicca il cuore sul menù a destra.

!-- Codice barra dei cookie - Inizio -->