lunedì 5 settembre 2011

diaspro - jasper

È una roccia composta da quarzo, contenente spesso impurità, come il ferro, che le conferiscono colorazioni vivaci, che ne fanno una pietra semi-preziosa molto usata in gioielleria e bigiotteria. Essa deve appunto il proprio nome al caratteristico aspetto variegato, ricco di macchie, striature, venature. Ad ogni colore di questa pietra è stato dato un nome. Per citare le più diffuse: il diaspro comune, una varietà bruna con macchie rosse o giallastre; il diaspro fiorito con inclusioni di agata a vene o a macchie; il diapro malachite, con chiazze verdi di malachite su sfondo rosso; l’eliotropio o blood jasper, verde con macchie rosse; lo xiloide dal colore marrone chiaro e venature del legno; il diaspro brecciato, scuro con striature rosse; la mookaite, di origine australiana, rosa con venature di tonalità più scura e color oro; il nunkirchner, di origine tedesca, grigio-blu, talora confuso con il laspislazulo; il diaspro orbicolare, con zonature simili a circoletti; infine il diaspro zebrato, di origine sud africana, nero con zebrature bianche.

diaspro di Carloforte - Carloforte's jasper

Fotografia tratta da: http://it.wikipedia.org/wiki/Diaspro

Nessun commento :

Posta un commento

Grazie per avere visitato il blog e per avere lasciato un commento: la tua visita e la tua opinione sono gradite e preziose.
Ti risponderò subito via mail o sul blog. Se vuoi rimanere in contatto e ricevere tutti gli aggiornamenti, clicca il cuore sul menù a destra.

!-- Codice barra dei cookie - Inizio -->